Il simpatico pilota australiano al suo terzo mondiale con la Red Bull, si è reso protagonista di apprezzabili risultati arrivando a raggiungere il gradino più alto del podio per ben 4 volte.

Ma quello che ne ha sottolineato il valore come pilota è stato il suo ruolino di marcia, quando ha avuto una monoposto competitiva e performante come nel 2016, che ne ha evidenziato una preziosa regolarità, con 20 gare chiuse in zona punti su 21 totali, dimostrandosi molto solido anche in gara.

Da ricordare la sua pole position a Montecarlo, ed in particolare quando si appresta a bere lo Champagne sul podio, dal suo stivaletto destro, una singolare consuetudine.