Leonildo Turrini detto Leo (Sassuolo, 18 Marzo 1960) è un giornalista e scrittore italiano. Segue da anni i grandi dello sport per i quotidiani “Il Resto del Carlino”-“La Nazione”-“Il Giorno”. E’ presente come opinionista di F.1 a Sky Sport (è ospite fisso del programma Race Anatomy). E’ considerato uno dei maggiori esperti di Formula 1 ed in particolare della Ferrari, ma la sua attività si concentra anche su Calcio, Ciclismo e Pallavolo (è stato tra i fondatori del mensile SuperVolley), oltre che musica,cinema e costume. E’ spesso ospite di trasmissioni sportive sulle reti nazionali. E’ grande tifoso dell’Inter e del Modena. Nel 1993 ha vinto il premio letterario “Dino Ferrari”. Durante i giochi olimpici di Londra 2012, Dick Fosbury, inventore dell’ononimo stile di salto in alto, ha premiato Turrini a nome del comitato olimpico internazionale per la partecipazione, da giornalista, alla sua tredicesima olimpiade come inviato. Nel 2014, ha vinto insieme a Cesare Prandelli il premio “Beppe Viola”. Sul suo blog “Profondo Rosso”, che viene ripreso, tra le altre, in lingua inglese, russa e finlandese, viene stilata la sua “griglia” dei 26 piloti più forti della F.1 che hanno corso tra il 1975 ed il 2015.